Salta al contenuto principale

Ambiente, parte da Cassano Joniola caratterizzazione dei siti inquinati

Calabria

I siti "Chidichimo", "Capraro" e "Tre Ponti" risultano interessati dalla presenza di ferriti di zinco provenienti dallo stabilimento ex-Pertusola Sud

Tempo di lettura: 
1 minuto 43 secondi

Esperite tutte le procedure preliminari e acquisite le relative autorizzazioni, il prossimo 11 gennaio 2010, nei siti di interesse nazionale individuati nei comuni di Cassano all’Ionio e di Cerchiara di Calabria, cominceranno i lavori riguardanti la «caratterizzazione ambientale». A comunicarlo è il sindaco Gianluca Gallo, a seguito di una nota ricevuta dall’impresa Ecoge srl, aggiudicataria della gara d’appalto. Analoga informazione, è stata destinata anche all’ARPACAL. I siti denominati "Chidichimo", "Capraro" e "Tre Ponti", ubicati nei Comuni di Cassano allo Ionio e Cerchiara di Calabria risultano interessati dalla presenza di ferriti di zinco provenienti dallo stabilimento ex-Pertusola Sud. Essi risultano essere inseriti all’interno del perimetro del Sito di Interesse Nazionale di "Crotone - Cassano – Cerchiara" dal D.M. 25 novembre 2002. L'intervento di bonifica previsto rientra, da un punto di vista strettamente finanziario, – si egge in un anota – all’interno dell’Accordo di Programma Quadro (di seguito APQ) in materia di 'Tutela e risanamento per il territorio della del 28 giugno 2006. Successivamente, in data 8 aprile 2008, l’Ufficio del Commissario Delegato per l’emergenza ambientale in Calabria ha nominato, nell’ambito di tale APQ , quale soggetto attuatore dell’intervento, relativo ai alti ubicati all’interno del territorio dì Cassano allo lonio e Cerchiara di Calabria, l’Amministrazione Comunale di Cassano. I siti in questone, già oggetto di sequestro da parte dell’autorità giudiziaria, risultano ad oggi tutti dissequestrali, così come comunicato all’ufficio del Commissario delegato per l’emergenza ambientale in Calabria dal Tribunale di Castrovillari con nota del 19.03.2008. Il dissequestro è stato reso possibile, tra l’altro, – si fa rilevare – in quanto i siti di cui trattasi sono stati oggetto di un Intervento dl messa In sicurezza d’emergenza da parte dell’Ufficio del Commissario Delegato per l’emergenza ambientale in Calabria. La fase di campo, come da cronoprogramma del Piano della Caratterizzazione Ambientale, si protrarrà per 5O giorni naturali e consecutivi, ossia sino al 1° marzo2010. Le determinazioni analitiche, è stato dato sapere, potranno concludersi entro il 31 Marzo 2010. A commento dell’informativa, il sindaco Gallo, ha espresso «vivo compiacimento per il risultato, frutto di impegno assiduo presso le competenti autorità».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?