Salta al contenuto principale

Turismo balneare, sondaggio dell'Apt
Sulla fascia jonica luci e ombre

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 28 secondi

SI rinnova quest’anno, a partire dalla costa jonica, la visita dell’Azienda di promozione turistica ad alcuni operatori in strutture ricettive, per rilevare l’andamento di una stagione estiva che, tra maltempo e crisi, viene messa a dura prova.

Gli operatori incontrati dall’Apt Basilicata danno risposte differenti, in base alla tipologia degli stabilimenti e del target di clientela, ma condividono un unico obiettivo: consolidare l’immagine di una Basilicata sempre più meta turistica di qualità impiegando il massimo sforzo per il miglior risultato.

Vincitore del premio “Travellers'Choice 2014 per famiglie” di Tripadvisor, per l’Hotel Village Magna Grecia di Metaponto il bilancio può già considerarsi positivo, come spiega il titolare Biagio Loiudice: «Abbiamo registrato il tutto esaurito dal 15 giugno al 15 settembre, periodo di apertura della nostra struttura, con la concentrazione di italiani provenienti soprattutto dalle regioni limitrofe, perché ormai il turista programma la sua vacanza anche in base al meteo della settimana». Riscontri favorevoli anche per l’Hotel Resort Masseria Cardillo, di Bernalda. Per quanto l’andamento di questa stagione «rispecchi la situazione nazionale, noi –dichiara Caterina Graziadei– possiamo confermare questo dato solo per il mese di giugno e per le presenze italiane, complici le cattive condizioni meteorologiche. Per il resto abbiamo riempito tutte le camere e, in alcuni casi, non abbiamo potuto accogliere tutte le richieste pervenute». A Masseria Cardillo dominano le presenze straniere, nei mesi di giugno e luglio c’è stato un incremento di inglesi, olandesi e svizzeri. Con il 60 percento di italiani e un buon 40 percento di stranieri, per lo più belgi grazie alla collaborazione con i T.O., Francesco Montemurro, titolare della Country House Giamperduto a Bernalda, riconosce che «il mix di maltempo e crisi ha condizionato le presenze, ferme soprattutto a giugno, mentre hanno risposto bene luglio, come nel 2013, e agosto nelle prime tre settimane. Ancora oggi, molti nostri ospiti scelgono la regione sulla scia di “Basilicata coast to coast”, è il caso di alcune famiglie liguri che sono state qui da noi».

Un buon riscontro nella stagione estiva 2014 lo registra anche il Resort Palazzo Margherita a Bernalda. Tra tante luci si celano però anche alcune ombre. Corale la richiesta di «maggiore supporto da parte delle istituzioni. –sostiene Biagio Loiudice- Maggiori servizi favorirebbero anche un buon livello di occupazione nel settore. Fare l’operatore turistico non è cosa semplice, le spese sono tante, soprattutto se a queste si aggiungono gli imprevisti  come l’erosione – che quest’anno non mi ha consentito di aprire lo stabilimento balneare – o le conseguenze dell’alluvione». Poi la questione Tassa di soggiorno: «Ben venga –conclude– ma se vengono garantiti servizi che consentono di andare incontro a esigenze e richieste dei turisti. Sarei il primo a collaborare con il comune in questa direzione».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?