Salta al contenuto principale

Vallecrati: i soci vogliono le dimissioni del CdA

Basilicata

I consorziati non hanno intenzione di ricapitalizzare la società e chiedono al Consiglio di Amministrazione di lasciare. Lamentele anche per la carenza dei mezzi

Tempo di lettura: 
0 minuti 33 secondi

Il sistema Vallecrati sembra in coma irreversibile. Persino i soci, infatti, hanno chiesto durante l'assemblea di ieri le dimissioni del CdA. Nessuno di loro vuole ricapitalizzare.Intanto si è tenuta la riunione preliminare dell'unità di crisi. All'incontro hanno preso parte il presidente del Consorzio, Mario De Rose, l'assessore al Ciclo dei rifiuti di Cosenza, Franco Perri, il sindaco di Rende, Umberto Bernaudo, e l'assessore all'Ambiente, Eraldo Rizzuti, i rappresentanti dei soci privati locali e l'ingegnere Paonessa per quelli di Milano. Questi in chiusura hanno raggiunto l'intesa sul rilancio della raccolta differenziata e sulla necessità di far ripartire i servizi anche se senza soldi per stipendi, gasolio e fornitori, l'impresa si preannuncia ardua.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?