Salta al contenuto principale

'Ndrangheta, arrestato il latitante
Francesco Pelle

Basilicata

Ricercato dal 30 agosto scorso, avrebbe deciso la strage del 25 dicemre 2006 a San Luca, nella locride, nella quale rimase uccisa Maria Strangio

Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

Era latitante dal 30 agosto dello scorso anno Francesco Pelle, di 32 anni, detto 'Ciccio Pakistan', ricercato per la strage di Natale a San Luca. Nell’agguato, compiuto il 25 dicembre 2006, rimase uccisa Maria Strangio, moglie di Giovanni Luca Nirta, ritenuto uno dei capi dell’omonima cosca, e tre persone, tra le quali un bambino di cinque anni, rimasero ferite. Il delitto, secondo l’accusa, fu deciso da Francesco Pelle per vendicare un tentativo omicidio subito il 31 luglio 2006 nel quale perse l’uso delle gambe. L’omicidio di Maria Strangio, secondo gli investigatori, sarebbe all’origine della strage di Duisburg, nella quale furono uccise sei persone ritenute vicine ai Pelle-Vottari, decisa per vendetta dalla cosca avversaria dei Nirta-Strangio. Pelle era ricercato nell’ambito di una operazione compiuta dai carabinieri e chiamata Fehida che nell’agosto del 2007 portò all’arresto di una trentina di esponenti delle famiglie della faida di San Luca.

(Fonte: Ansa)

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?