Salta al contenuto principale

Emergenza rifiuti, vertice in Prefettura

Basilicata

Città invasa dall'immondizia. Continua a tenere banco la crisi mentre il sindaco Perugini punta sull'apertura della discarica di Celico per tornare alla normalità

Tempo di lettura: 
0 minuti 47 secondi

Molto partecipata la riunione della commissione consiliare sui rifiuti alla quale ha preso parte anche il primo cittadino di Cosenza. Salvatore Perugini viste le strade invase dai rifiuti dopo la levata di scudi della ValleCrati ha investito del problema il Prefetto con la Calabria Maceri che, nel frattempo, ha cominciato lo sgombero delle aree invase da spazzatura da venerdì. Il trasbordo delle 180 tonnellate di immondizia è stato effettuato presso il sito di contrada Cutura di Rende di proprietà proprio della Calabria Maceri. La crisi, però, è tutt'altro che rientrata. Serviranno, infatti, ancora diversi giorni prima che i quartieri di Piazza Duomo, via Calaoprese, via Panebianco e Torre Alta tornino alla calma. E intanto Perugini propone come alternativa la discarica di Celico. "E' pronta - ha dichiarato - manca solo la certificazione antimafia". Sul fronte dei pagamenti degli stipendi di ValleCrati, intanto, non ci sono novità. Ecco perchè domani i lavoratori si riuniranno in assemblea. Non sono escluse forme di proteste eclatanti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?