Salta al contenuto principale

Vigilopoli: Dodaro resta ai domiciliari

Basilicata

Il vigile accusato di truffa ai danni del Comune di Cosenza e di centinaia di automobilisti resta agli arresti. A stabilirlo, il gip Loredana De Franco

Tempo di lettura: 
0 minuti 29 secondi

Le accuse restano e Fausto Dodaro, 62 anni, resta ai domiciliari nell'ambito dell'inchiesta di "Vigilopoli". La decisione del gip Loredana De Franco ha interessato anche Elia Viola, 48 anni, anche lui come Dodaro in servizio presso l'Ufficio dei ruoli del comando di Polizai Municipale dove sarebbero maturati i raggiri ai danni dei cittadini, del Comune e dell'Etr. La misura è stata revocata solo per l'agente Massimo Filice in servizio presso il reparto di infortunistica. Restano sotto sequestro anche i conti correnti dove sarebbero confluiti i 76mila euro della truffa dei quali 24mila ai danni dei cittadini e 52mila ai danni del Comune.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?