Salta al contenuto principale

Rifiuti, a piccoli passi per uscire
dall'emergenza

Basilicata

La Vallecrati Spa recupera un milione di euro e a breve pagherà gli stipendi. Intanto il commissario regionale ha autorizzato a scaricare a San Giovanni in Fiore

Tempo di lettura: 
1 minuto 41 secondi

Almeno una buona notizia sul fronte degli stipendi, per gli operai della Vallecrati, che riceveranno il pagamento per il mese di agosto entro il prossimo 3 ottobre. Ad informare i sindacati è stato ieri mattina l'amministratore delegato. Ciavarella ha spiegato che, tra i pagamenti di Montalto e Cosenza, era riuscito a racimolare un milione di euro, cui si sono aggiunti i pagamenti correnti di sedici, puntuali, comuni, per un importo di 180 mila euro.
Intanto martedì prossimo, si riunirà il consiglio d'amministrazione della Spa, e pare che in quell'occasione, nonostante la "tregua" dei soci, i manager di parte pubblica (il presidente Maraniello e i consiglieri Misasi e Nicoletti), rassegneranno le proprie dimissioni.

Intanto prosegue a Cosenza il piano straordinario di raccolta dei rifiuti, nonostante qualche rallentamento dovuto al diminuito conferimento di rifiuti a Crotone (l'intera provincia può smaltire 200 tonnellate e non 400).
Meno compattatori hanno potuto scaricare ieri, e dunque meno mezzi hanno operato in città.
Ieri il sindaco di Cosenza, Perugini, ha incontrato il commissario regionale Goffredo Sottile, che ha autorizzato Cosenza a scaricare a San Giovanni in Fiore fino al 2 ottobre prossimo, nella speranza che nel frattempo si trovi una soluzione definitiva. La situazione comunque, ha detto Perugini "sta tornando alla normalità. Negli ultimi giorni infatti, sono state raccolte 500 tonnellate grazie ad un intervento che vede in prima linea l'amministrazione comunale, portato avanti dal Consorzio Vallecrati e per esso, dalla società mista Vallecrati Spa".

A Rende , intanto, oltre Campagnano, si cerca di sperimentare nuove formule di educazione ambientale. Ieri l'assessore all'Ambiente, Eraldo Rizzuti, e il sindaco Umberto Bernaudo, hanno avviato gli incontri con i responsabili della grande e media distribuzione commerciale, con l'obiettivo di incrementare la raccolta differenziata per ridurre i rifiuti da smaltire. Per questo Rizzuti, vuole proporre un protocollo d'intesa per disincentivare l'uso della plastica in favore del vetro e della carta, creando all'interno dei supermercati, eco-punti di raccolta. Gli incontri proseguiranno anche nella prossima settimana con due obiettivi da raggiungere: l'accordo con i supermercati e l'avvio di una nuova campagna di educazione ambientale con brochure e manifesti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?