Salta al contenuto principale

Sanità, interventi per la sicurezza

Basilicata

Riunione a Catanzaro: saranno applicati i metodi della protezione civile ed una scala di priorità. Spaziante chiede ai manager una ricognizione sugli ospedali.

Tempo di lettura: 
1 minuto 29 secondi

Entro sette giorni i direttori generali delle Aziende sanitarie e ospedaliere della Calabria, dovranno presentare all'assessore regionale alla sanità, Vincenzo Spaziante, un programma con gli interventi urgenti per migliorare il sistema sicurezza delle strutture. Subito dopo, il 10 ottobre, il comitato tecnico scientifico che affianca l'assessore nel ruolo di commissario di Governo, sarà il via libera agli interventi necessari. Dopo l'ennesimo blackout dei giorni scorsi all'ospedale di Vibo Valentia, la Regione intende dimostrare con impegno e forza, un punto di svolta per la sanità calabrese. L'emergenza è visibile dunque, e la linea adottata dall'assessore Spaziante, è stata tracciata nel corso di un incontro svoltosi a Catanzaro, nella sede del Dipartimento alla Salute, che ha visto la partecipazione dei direttori generali delle aziende sanitarie e ospedaliere. Una riunione voluta dal presidente Loiero, che non rappresenta un processo dopo l'ennesimo "codice rosso" per il sistema sanitario, ma un modo per incentivare l'impegno, come ha sottolineato lo stesso Spaziante ai giornalisti: . La volontà di Spaziante è di attuare alla sanità, i meccanismi soliti della protezione civile, e così, davanti a nuovi interventi di natura strutturale e di impiantistica, si accende anche la spia sui fondi da reperire. Secondo l'assessore infatti, i fondi non sono infiniti: .

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?