Salta al contenuto principale

Appaltata la Girifalco-Maida

Basilicata

A riferirlo è la Provincia di Catanzaro. Presente alla firma del documento anche il presidente Wanda Ferro. L'importo dei lavori è pari a 3milioni 519 mila euro al betto del ribasso d'asta

Tempo di lettura: 
1 minuto 43 secondi

E' stato firmato il contratto di appalto per il risanamento e completamento della strada Girifalco-Bivio Vena di Maida, nel catanzarese. A riferirlo è la Provincia di Catanzaro. L’importo per la realizzazione dell’opera, il cui contratto di appalto è stato sottoscritto alla presenza del presidente della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro (nella foto), è pari a 3.518.775,49 al netto del ribasso d’asta del 28,777% che si aggiungono ad una somma residua. I tempi di realizzazione sono previsti in un anno. «La strada Girifalco Bivio Vena di Maida ha avuto una travagliata vicenda che nel corso dell’ultimo decennio la ha più volte portata agli onori della cronaca. Il verificarsi di alcuni crolli in aree di cantiere e il contenzioso instauratosi tra l’impresa esecutrice e l'Amministrazione Provinciale portò ad una inchiesta della Procura della Repubblica di Lamezia Terme che dispose il sequestro delle aree con conseguente impossibilità giuridica di operare sul predetto cantiere. Tale situazione venne aggravata dal fermo imposto dal giudice civile che doveva esprimersi in ordine alla vertenza in corso». «La difficoltà ad operare nell’ambito del procedimento civile e di due procedimenti penali l'arteria ricade nei territori di competenza di Procure: Lamezia Terme e Catanzaro, ha comportato che gli uffici si sono dovuti districare in un complesso rapporto con numerosi magistrati e solo alla fine del 2006 i Tribunali di Catanzaro e Lamezia Terme hanno disposto la reimmissione in possesso del cantiere della . Girifalco-Maida oggetto di vertenza con l’impresa». «Nel corso di un anno in tempi record rispetto all’entità delle problematiche da risolvere, l'Amministrazione provinciale di Catanzaro, dimostrando una grande sensibilità rispetto all’annoso problema, non solo ha redatto il progetto, ma ha anche reperito e stanziato tre milioni di euro che andavano aggiunti al residuo di finanziamento per poter completare l’opera il cui importo complessivo è pari ad euro 6 milioni 552 mila». «A valle della firma il presidente Ferro ha dato indicazioni agli uffici per procedere subito alla consegna dei lavori di una strada importantissima per i comuni di Girifalco, Vallefiorita, Amaroni, Squillace, Borgia, Cortale che ne fruiscono per collegarsi all’area dei Due Mari».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?