Salta al contenuto principale

Exploit di aziende nel Crotonese

Basilicata

Ben 500 nuove imprese si sono iscritte per l'anno sociale 2008-2009 alla Confartigianato di Crotone. A darne notizia è il segretario provinciale dell'associazione, Salvatore Lucà

Tempo di lettura: 
1 minuto 17 secondi

Sono cinquecento le nuove piccole e medie imprese che si sono iscritte, per l’anno sociale 2008-2009, alla Confartigianato di Crotone. A darne notizia è il segretario provinciale dell’associazione, Salvatore Lucà.
«Il risultato è un vero e proprio exploit - afferma Lucà - la Confartigianato di Crotone infatti registra un aumento del 30% del numero di iscritti. Questo risultato è il giusto premio ad un lavoro iniziato tanti anni fa in questa provincia e che oggi registra un primato assoluto nella rappresentanza delle imprese dell’artigianato, del commercio, del turismo e dei servizi». «Un risultato che ci responsabilizza, ove c'è ne fosse bisogno - sostiene Lucà - e che ci stimola ulteriormente in un’attività di sindacato che dovrà essere ancora più incisiva e con un sistema di servizi adeguato alle nuove esigenze imprenditoriali. Crotone città e l’area del Cirotano sono le zone dove Confartigianato ha avuto il maggior numero di adesioni. Questi risultati per un certo verso impensabili in un territorio dove si è persa la fiducia in tutti e tutto, ci mettono ora nelle condizioni ottimali di riprogrammare un’azione diversificata per macrosettori, potendo lavorare sulla rappresentanza di oltre 2.000 imprese».
«La zona franca urbana appena approvata - rileva Lucà - i vari incentivi a disposizione della nostra regione e i nuovi servizi innovativi che metteremo a disposizione di tutti, dovranno registrare per forza di cosa una ripresa economica a cui i nostri dirigenti dovranno dedicarsi con competenza e passione, con il fine di creare quello sviluppo, sia in termini economici che occupazionali, che finora ha faticato a decollare».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?