Salta al contenuto principale

Commerciante arrestato dai Carabinieri

Basilicata

Deve espiare la pena residua di un mese per vari reati. L'uomo è un quarantunenne condannato oltre quattro anni fa perchè identificato come componente di una banda di rapinatori calabro-sicula

Tempo di lettura: 
0 minuti 38 secondi

Un uomo di 41 anni, Giuseppe Valerio Saverino, commerciante, è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Tropea, dovendo scontare una pena residua ad un mese di carcere per reati che vanno dalle rapine, alla ricettazione e alle armi. L’arresto è avvenuto ieri mattina all’alba, in un noto locale del Comune di Ricadi, sulla costa vibonese, gestito dall’uomo, dove i militari dell’Arma della stazione di Spilinga, diretti dal luogotenente Francesco Cocciolo, hanno eseguito l’ordine di carcerazione emesso dalla procura generale di Catanzaro. L’uomo era stato arrestato nel 1998 quale componente di una banda di rapinatori calabro-sicula che aveva seminato il terrore con rapine a banche, uffici postali, ed esercizi commerciali. Condannato ad oltre quattro anni, tra sconti e indulti, gli era rimasto da espiare soltanto un mese.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?