Salta al contenuto principale

Niente più firma per Padre Fedele

Basilicata

Nella giornata di ieri il Tribunale del riesame ha revocato l'obbligo al francescano che, accusato di violenza sessuale ai danni di una suora, ora non è sottoposto ad alcun provvedimento

Tempo di lettura: 
0 minuti 36 secondi

Il Tribunale del riesame di Catanzaro, accogliendo una richiesta in tal senso della difesa, ha revocato l’obbligo di firma cui era sottoposto padre Fedele Bisceglia, il sacerdote accusato di violenza sessuale nei confronti di una suora. Padre Fedele è imputato con il suo segretario Antonello Gaudio. La difesa del sacerdote si è detta «soddisfatta del risultato che, comunque, doveva sopraggiungere in altra sede ed in altri tempi». Nel luglio scorso, i giudici del tribunale di Cosenza che stanno processando il francescano, avevano revocato l’obbligo di dimora. Attualmente, dunque, il sacerdote non è sottoposto ad alcun provvedimento. Intanto l'uomo continua a professarsi innocente e chiede il pentimento della suora , ma anche degli altri religiosi che sin dalle prime ore lo hanno accusato "ingiustamente".

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?