Salta al contenuto principale

Unical, continua la protesta a Lettere e Filosofia

Basilicata

Prosegue l'aspro dibattito in facoltà. Il Comitato formatosi a seguito dell’Assemblea del 25 settembre ha convocato una nuova Assemblea generale l’8 ottobre

Tempo di lettura: 
1 minuto 20 secondi

Proseguono le attività di dibattito e di protesta intraprese dalla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Unical. Il Comitato formatosi a seguito dell’Assemblea del 25 settembre ha convocato una nuova Assemblea generale l’8 ottobre, presso l’aula Filologia 8, che ha visto una vastissima partecipazione di docenti, di studenti e di personale tecnico-amministrativo. Tutti gli interventi hanno auspicato la nascita di forme di mobilitazione che coinvolgano tutto il mondo della scuola e della formazione in tutte le sue componenti, dal personale docente alle famiglie. L’Assemblea ha messo all’ordine del giorno una serie di proposte che sono state approvate all’unanimità: costituzione di un’Assemblea permanente; autogestione dell’Aula Filologia 8 (nelle ore pomeridiane, tutti i giorni) come luogo d’incontro e di informazione per tutta l’università; convocazione di un’Assemblea di Ateneo, in Aula Magna, prevista per il giorno 28 ottobre, alle ore 10:00. Richiesta di convocazione di una seduta del Senato Accademico che si esprima chiaramente, con approvazione di una specifica mozione, contro l’ipotesi di trasformazione dell’Unical in fondazione universitaria di diritto privato (ex Legge 133, art. 16); richiesta di un coordinamento e di una sinergia tra il mondo della scuola e il mondo universitario, per convergere in comuni iniziative di lotta. L’invio di una lettera aperta alle famiglie, per spiegare le ragioni della protesta e rendere coscienti delle conseguenze delle recenti scelte legislative del Governo in materia di istruzione e di università. Organizzazione di «lezioni in piazza» nei centri di Rende e Cosenza. L’Assemblea aderisce alle prossime iniziative di sciopero previste per il 17 e il 31 ottobre, e a tutte le altre che nasceranno in futuro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?