Salta al contenuto principale

Tre manufatti abusivi sequestrati nel Reggino

Basilicata

A muovere l'azione seguita alla segnalazione della Lipu è stato il comando provinciale del Corpo forestale dello Stato che ha denunciato in stato di libertà i responsabili

Tempo di lettura: 
0 minuti 41 secondi

Tre manufatti edilizi realizzati abusivamente sono stati sequestrati nel reggino dal Comando provinciale del Corpo forestale dello Stato che ha denunciato in stato di libertà i responsabili. A seguito di una segnalazione della Lega italiana protezione uccelli, a Motta San Giovanni, è stata sequestrata una scalinata per raggiungere il mare in costruzione in località Capo d’Armi. L’area interessata è sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientale ed è stata individuata come Sito di importanza comunitaria (Sic).I lavori erano eseguiti in assenza delle autorizzazioni previste.e. A Scilla, in località Tremusa, i sigilli sono stati apposti ad un fabbricato per civile abitazione in corso di realizzazione senza alcun permesse in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico e idrogeologico. Un capannone in cemento armato e muratura ordinaria è stato individuato in località Olivara di Bagnara Calabra. Anche in questo caso la struttura è risultata abusiva.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?