Salta al contenuto principale

Nessun blocco sfratti a Crotone

Basilicata

Lo afferma la Confedilizia di Crotone che specifica che la questione riguardava in particolare "gli inquilini con reddito annuo lordo complessivo familiare inferiore a 27mila euro"

Tempo di lettura: 
0 minuti 50 secondi

«Nessun Comune della nostra provincia è più interessato al blocco degli sfratti, essendo cessato quello che era previsto fino al 15 ottobre scorso per alcune specifiche categorie di inquilini». È quanto si legge in una nota stampa diffusa da Confedilizia. «Il blocco in questione riguardava, in particolare, gli inquilini con «reddito annuo lordo complessivo familiare» inferiore a 27.000 euro, che fossero o avessero nel proprio nucleo familiare persone ultrasessantacinquenni, malati terminali o portatori di handicap con invalidità superiore al 66%, e che non fossero «in possesso» di altra abitazione adeguata al nucleo familiare nella regione di residenza». L'Associazione della proprietà edilizia-Confedilizia di Crotone, precisa anche che il nuovo blocco, approvato dal Consiglio dei Ministri di venerdì scorso con durata sino al 30 giugno 2009, è limitato - così come aveva richiesto la Confedilizia - ad alcune aree del Paese. In particolare, il Governo ha stabilito che esso si applichi nei Comuni di Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Bari, Napoli, Palermo, Messina, Catania, Cagliari e Trieste nonchè nei Comuni ad alta tensione abitativa con essi confinanti».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?