Salta al contenuto principale

Gli organizzatori della Fiera del libro dicono che la cultura è il futuro di Lamezia

Basilicata

Il presidente dell'Associazione sinergie culturali Colafati che promuove la Fiera del libro che si terrà dal 28 ottobre a Lamezia auspica che il futuro per la città sia rappresentata dalla cultura

Tempo di lettura: 
1 minuto 10 secondi

«Un futuro migliore per la Calabria si potrà avere solo attraverso una promozione culturale a vasto raggio ed incisiva sul territorio». È quanto sostiene il presidente dell’associazione Sinergie culturali, Natale Colfati, che promuove dal 28 ottobre al primo novembre a Lamezia Terme la Fiera del libro calabrese. «Siamo convinti – aggiunge Colafati – che la battaglia per un futuro di vero sviluppo della Calabria si vince o si perde sul piano culturale. Questa fiera è stata pensata e voluta con cadenza annuale dalla nostra associazione, che è apartitica e senza scopi di lucro, anche perchè siamo convinti che autori validi non riescono a pubblicare con la grande editoria per svariati motivi. Tutta l’associazione Sinergie culturali è stata mobilitata, nell’accurata preparazione di questo che si prevede sarà il più importante avvenimento librario della Calabria per il 2008». Secondo Colfati, «molto spesso l’editoria minore è tale soltanto perchè tagliata fuori dai grandi circuiti della distribuzione e dallo strapotere della promozione pubblicitaria. Non riesce perciò a sviluppare un adeguato volume di vendite e guadagni, ma il più delle volte non ha nulla da invidiare alla grande editoria per lo standard qualitativo». Secondo Pietro Rondinelli, segretario dell’associazione Sinergie culturali, «la Fiera del libro calabrese sarà un momento di grande soddisfazione. La centralità di Lamezia Terme favorirà certamente l’afflusso dei visitatori, che aspettiamo numerosi, interessati, e curiosi di questa importante vetrina che viene offerta gratuitamente ed interessati anche ai Convegni che si svolgeranno».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?