Salta al contenuto principale

Autogestioni e occupazioni contro la Gelmini

Basilicata

Anche a Catanzaro gli studenti hanno deciso di scendere in piazza. L'appuntamento è per domani, mentre oggi impazza l'autogestione. Traffico in tilt nella zona del Lido

Tempo di lettura: 
1 minuto 6 secondi

Autogestioni e cortei si moltiplicano anche in tutta la Calabria per protestare contro la riforma Gelmini. In autogestione, a Catanzaro, l’istituto Industriale, l'istituto professionale di Stato, lo scientifico Siciliani dove ieri si è discusso della riforma ed è stato proiettato il film "Come te nessuno mai" di Gabriele Muccino. Domani corteo di tutti gli studenti degli istituti del capoluogo. Allo scientifico Leonardo Da Vinci di Reggio Calabria stamani, in 500, non sono entrati in aula per dare vita prima ad un’assemblea spontanea e poi ad un corteo che si è spinto fino all’arena Franco, dove la discussione è proseguita, e quindi al lungomare Falcomatà. In varie scuole della città sono stati avviati dibattiti e assemblee. Allo scientifico Volta si sta lavorando alla preparazione della manifestazione nazionale del 30 ottobre. A Cosenza autogestione al liceo scientifico Scorza; stessa cosa allo scientifico Pitagora di Rende dove sono stati avviati gruppi di lavoro. Assemblea all’Università della Calabria. Occupati a Lamezia Terme il liceo classico Fiorentino e l’istituto tecnico commerciale «De Fazio».E i ragazzi che hanno deciso di manifestare anche oggi hanno creato qualche disagio alla viabilità. Alcune centinaia di studenti degli istituti superiori secondari, infatti, hanno invaso il lungomare e la strada principale del quartiere marittimo del capoluogo calabrese, paralizzando il traffico per alcune ore. La dimostrazione si è conclusa pacificamente, senza far registrare incidenti

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?