Salta al contenuto principale

Cosenza, tendenza a sinistra

Basilicata

Seconda divisione. Il terzino Chianello spiega il segreto dei rossoblù: "Siamo un gruppo forte, nessuno si sente riserva"

Tempo di lettura: 
0 minuti 46 secondi

Il Cosenza domani sosterrà la consueta partitella infrasettimanale del giovedì, ma il previsto test con l'Aiello Calabro non si sosterrà per evitare ulteriori infortunati che si aggiungano alla lista già composta da Musacco, Occhiuzzi e da ieri anche da Parisi. Una squadra che comunque gioca con la sicurezza tipica della prima della classe. A Gela, inoltre, il Cosenza partirà sostenuta da oltre 400 tifosi che viaggeranno a bordo di bus, auto e furgoni. In città l'entusiasmo per la posizione in classifica e l'eventuale promozione governano le discussioni dei bar e dei ritrovi abituali.
Ieri pomeriggio, nel ventre del San Vito, nella piccola sala stampa infrasettimanale, si è presentato Luca Chianello, giovane terzino classe 1988 che domenica scorsa è subentrato in corsa per l'infortunio capitato a Musacco. Per il giovane la gara è stata sufficente; secondo lui la forza della squadra è costituita dall'unione: "siamo un gruppo unito che pensa al risultato e non chi gioca o sta in panchina", dice.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?