Salta al contenuto principale

Angela Napoli attacca la sanità Crotonese

Basilicata

La deputata del Popolo delle Libertà, in un'interrogazione, sostiene che "si renderebbe indispensabile inviare le commissioni d’accesso nell'Asp di Crotone per accertare le responsabilità"

Tempo di lettura: 
1 minuto 16 secondi

La deputata del Pdl Angela Napoli, in un’interrogazione, sostiene che «l'Azienda sanitaria provinciale di Crotone, malgrado la perdita di quasi duecento milioni di euro nel 2006, accomunata a quella degli anni precedenti, ha indetto ed espletato alcuni concorsi interni riservati per titoli ed esami, per complessivi 14 posti di dirigenti ed ha, altresì nominato i vincitori». Secondo la parlamentare del Pdl, «l'intero settore della Sanità calabrese versa in una pesantissima situazione di degrado economico-finanziario, che rende difficile garantire l'effettivo diritto alla salute per tutti i cittadini. Si renderebbe indispensabile, in particolare, inviare le commissioni d’accesso nelle ASP di Crotone e Vibo Valentia per accertare le cause e le responsabilità del degrado citato, riscontrabili sia sotto l’aspetto delle strutture, della sicurezza e salubrità delle stesse e sulla validità dei titoli e dei requisiti del personale che svolge la propria opera all’interno». Riguardo, in particolare, la situazione dell’Azienda di Crotone, «dalle documentazioni si evidenziano grosse discrasie tra le perdite individuate dalla Corte dei Conti regionale e quelle trasmesse nel conto economico alla Regione. Naturalmente l'esosità della perdita in carico all’Asp di Crotone è frutto, a mio avviso, di una mancata oculata gestione amministrativa, supportata da un mancato controllo nel merito da parte della Regione sull'attuazione del piano per il rientro del disavanzo». Napoli chiede se «non si ritiene necessario ed urgente monitorare, attraverso un’adeguata indagine ispettiva, la gravità della situazione esistente nell’ASP di Crotone e quali urgenti iniziative s'intendono assumere nei confronti dei responsabili della pesante situazione che grava sull'ASP di Crotone».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?