Salta al contenuto principale

Infrastrutture, Anas: sì a lavori sulla Statale Jonica

Basilicata

Via libera dell’Anas al un nuovo tratto di circa 38 km della strada statale 106 «Jonica». Il Consiglio di amministrazione dell’Azienda ha dato l'ok

Tempo di lettura: 
1 minuto 50 secondi

Via libera dell’Anas a un nuovo tratto di circa 38 km della strada statale 106 «Jonica». Il Consiglio di amministrazione dell’Azienda, presieduto da Pietro Ciucci, infatti, ha approvato l’attivazione delle procedure di gara per l’affidamento a contraente generale dei lavori di costruzione del primo e secondo stralcio funzionale del terzo megalotto, dall’innesto con la strada statale 534 «di Cammarata e degli Stombi» a Roseto Capo Spulico, in provincia di Cosenza. Per la realizzazione dell’opera è stato stimato un costo complessivo pari a circa 1.235 milioni di euro, dei quali circa 691 milioni relativi al primo stralcio funzionale e 544 milioni necessari per la realizzazione del secondo stralcio funzionale. L’opera, è scritto in un comunicato dell’Anas, risulta già finanziata per un importo di 699 milioni di euro, mentre la restante quota, pari a 536 milioni di euro, sarà in parte finanziata dalla Commissione Europea. Al fine di avviare tempestivamente le procedure di gara, in attesa della definizione dell’intera copertura finanziaria, l’Anas si riserverà la facoltà di effettuare una consegna differita dei lavori che non avranno ricevuto i finanziamenti alla data. «Con questo intervento – ha affermato Ciucci – rispettiamo le priorità programmate per la Calabria. L’infrastruttura in progetto costituisce un tronco della nuova statale 106 'Jonicà, itinerario europeo E90, che collega Reggio Calabria con Taranto e la dorsale autostradale Adriatica. L’intervento si estende dall’innesto sulla strada statale 534, in prossimità di Sibari, a Roseto Capo Spulico, per uno sviluppo complessivo di circa 38 km». Il tratto, è scritto nella nota, «è particolarmente significativo in quanto, collegandosi ad inizio lotto alla strada statale 534, con cui si raggiunge il casello autostradale della A3 Salerno-Reggio Calabria (svincolo di Firmo), consentirà il completamento del collegamento trasversale tra le due arterie stradali ed il drenaggio del traffico da Reggio Calabria verso Taranto, attualmente gravante sulla autostrada A3 nel tratto lucano e campano. A fine lotto, in corrispondenza di Roseto Capo Spulico, l’asse stradale si ricongiunge, verso nord, ad un tratto della statale 106 già quasi completamente ammodernato in direzione Metaponto, Taranto». L’infrastruttura interessa i comuni di Cassano allo Jonio, Francavilla Marittima, Cerchiara Calabra, Villapiana, Trebisacce, Albidona, Amendolara e Roseto Capo Spulico. Il tracciato comprende 14 gallerie, 13 viadotti e 5 svincoli a livelli sfalsati: Sibari, Cassano, Francavilla, Trebisacce e Roseto.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?