Salta al contenuto principale

N'drangheta: sequestrati 600 mila euro ad affiliato al clan Rosmini

Basilicata

Il nucleo investigativo dei carabinieri di Reggio Calabria ha confiscato beni per 600mila euro a Giuseppe Stefano Tito Liuzzo, affiliato ai Rosmini

Tempo di lettura: 
0 minuti 43 secondi

Il nucleo investigativo dei carabinieri di Reggio Calabria ha confiscato beni per 600mila euro a Giuseppe Stefano Tito Liuzzo, 40 anni ritenuto appartenente alla cosca Rosmini del capoluogo reggino. Sono stati sottoposti a provvedimento la quota dell’impresa “Euroedil sas” intestata a Giuseppe Ripepi, di 63 anni, ma nelle disponibilità di Liuzzi; un terreno di 1000 mq in località Boschicello di Reggio Calabria; contratti di leasing riguardanti automobili relative alla ditta Euroedil; due polizze assicurative di 20mila euro totali e prodotti assicurativi con valore nominale di quasi 15mila euro. La misura di prevenzione è maturata dopo le indagini dei carabinieri che nel luglio 2005 portarono Liuzzi all’arresto per tentata estorsione aggravata ai danin dell’impresa “Agnese spa” con sede legale a La Spezia, in Liguria, che gestiva il cantiere in piazza Italia a Reggio Calabria per la ristrutturazione del palazzo della Provincia per la somma di 150mila euro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?