Salta al contenuto principale

Reggina, esame sul filo del rasoio

Basilicata

Dopo il pesante ko col Napoli bussa alle porte l'Inter. Orlandi ritrova Cirillo, ex nerazzurro, e ipotizza Brienza alle spalle della punta Corradi. Ancora dubbi su capitan Cozza

Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

Non si fa in tempo ad incassare una sconfitta che subito, neanche il tempo di metabolizzarla, si torna in campo. E dall'altra parte non c'è una squadra qualsiasi, ma i campioni d'Italia dell'Inter che seppur reduci da una partita pessima e da due pareggi a reti inviolate restano tra i favoriti per il titolo. Lo "special one" Josè Mourinho, dunque, arriva al "Granillo" in un anticipo che si preannuncia gustoso vista la necessità per Reggina e Inter di portare a casa i tre punti. Gli amaranto, infatti, devono trovare la vittoria se vogliono staccarsi dall'ultima posizione e i nerazzurri devono recuperare i due "fastidiosissimi" punti di distacco da Napoli e Udinese e soprattutto dai cugini del Milan. Una partita, dunque, dal sapore della rivalsa che vede il tecnico Nevio Orlandi in fase decionale. Alla vigilia sembra tornerà, dopo il turno di squalifica, Bruno Cirillo, già nerazzurro, con l'ipotesi Brienza a supporto della punta Bernardo Corradi. In forse, ma con un filo di speranza, l'ingresso in campo di Francesco Cozza. Il capitano amaranto vuole esserci e mira almeno alla conquista di un pareggio e di un "punticino" che, vista la caratura dell'avversario, equivarrebbe a una vittoria.
L'appuntamento è per domani alle 18.

Antonella Caruso

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?