Salta al contenuto principale

Vigor e Vibonese non si fanno male

Basilicata

Derby sottotono. Sesto risultato utile per i rossoblù; lametini da soli in fondo alla classifica. Biancoverdi più vicini al gol, fallito due volte da Manca

Tempo di lettura: 
2 minuti 18 secondi

Finisce senza reti il derby fra Vigor e Vibonese. Partita brutta da vedere probabilmente perchè le due squadre si conoscevano troppo. Qualche occasione in più per i biancoverdi di Ammirata, soprattutto con Manca nel primo tempo e all’inizio di ripresa. Per il resto nulla. Ovvio che il pari sta meglio alla Vibonese di Galfano. Per la Vigor invece continua la serie senza vittorie in casa. Dopo 5 match casalinghi i lametini non sono riusciti a vincere davanti al proprio pubblico. Un passo indietro dopo la vittoria esterna di domenica a Manfredonia. Una Vigor (ora ultima in classifica da sola) che comunque ha conquistato 4 punti dei 6 attuali in classifica nelle ultime due gare ed è la seconda gara di fila che non subisce gol (la prima volta in casa). Rossoblù che invece allungano la striscia positiva utile consecutiva: sei partite senza sconfitte. Un derby quindi sottotono anche per la scarsa presenza di pubblico vista l’assenza dei sostenitori ospiti per il divieto emesso dalla prefettura di Catanzaro. E’ la Vibonese (in campo senza Taua e Orefice) ad avere un inizio di partita migliore rispetto alla Vigor (senza Ciminari, Pascuccio, Lopetrone, Ianni, Aloe, Angotti, Scalese e il secondo portiere Forte).
CRONACA - La gara registra la prima emozione dopo sei minuti quando l’ex Panìco deve uscire con i pugni, riprende Pirrone dal limite dell’area ma la conclusione è abbondantemente fuori dallo specchio della porta. Un minuto dopo ci pensa Ciotti a calciare verso la porta avversaria, Amabile blocca senza problemi. Pericolosa la Vibonese con Di Mauro (20’) che serve Mastrolilli in area, la conclusione defilata si spegne sul fondo. Risponde la Vigor al 23’: Carraro pesca Rondinelli in profondità, il numero 7 biancoverde entra in area e dal vertice dell’area piccola tenta di piazzare la sfera nell’angolo opposto ma Ruscio in provvidenziale recupero chiude. La Vigor protesta per un rigore
al 31’ su Rondinelli e al 33’ Ciotti sbaglia il cross dopo uno slalom sulla destra. Mastrolilli (34’) in mezzo a due difensori conclude da due passi senza però sorprendere Panìco. Il gol della Vigor sembrava fatto quando al 37’ Amabile in uscita non tratteneva la sfera e Manca a porta vuota falliva clamorosamente il bersaglio. Nella ripresa un punizione di Ciotti (6’) non veniva sfruttata sotto porta sia da Filippi che da Ragatzu. Un minuto dopo altra grande oppurtunità per Manca che solo davanti ad Amabile si faceva parare la conclusione
guadagnando solo un calcio d’angolo. Allo stesso attaccante veniva subito dopo annullato un gol per fuorigioco. Ancora Vigor al 16’ con Sanso che spediva di poco alto su angolo di Riccobono. Al 23’ proteste di Melis per un presunto fallo da rigore. Sul finale prima Panìco (47’) usciva sventando un traversone su calcio d’angolo e al 48’ Riccobono servito da Ragatzu troppo defilato sprecava.

Pasqualino Rettura

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?