Salta al contenuto principale

Vigor corsara con Ciminari

Basilicata

Seconda divisione. Seconda sconfitta per il Brletta. Per i biancoverdi punti importanti per la salvezza. L'argentino Ciminara negli ultimi dieci minuti segna la rete decisiva

Tempo di lettura: 
2 minuti 48 secondi

La Vigor Lamezia sbanca il Cosimo Puttilli di Barletta riscoprendosi corsara.E' di Ciminari il gol vittoria che permette così alla squadra lametina di recuperare
tre punti pesantissimi in ottica salvezza e costringe la squadra pugliese alla seconda sconfitta consecutiva, dopo quella maturata sul campo dell'Igea Virtus.
Il match si è mostrato nel complesso equilibrato e decisamente poco spettacolare,
con il Barletta deciso a fare la partita e la Vigor pronta a ribattere con incisive ripartenze in contropiede. Spazio al collaudato 4-4-2 per i due allenatori Chiricallo e Ammirata, con Zotti ad agire avanzato sulla corsia di sinistra del centrocampo biancorosso daun lato e la coppia Riccobono-Ragatzu a rintuzzare le offensive biancoverdi. Il Barletta è però costretto a schierare una
formazione di assoluta emergenza, decimato dalle pesanti assenze per squalifica di Laviano, Daleno, Salvagno, Mastronicola e Millan. Parte subito forte la Vigor
che al 12', in seguito ad un errato disimpegno di Fabbro, si rende pericolosa in contropiede: scambio Riccobono-Ragatzu con Furlan che sventa la minaccia in uscita. Al 15' Majella, su corner dalla sinistra di Zotti, sfiora la deviazione
aerea ravvicinata. Al 25' ancora pericolosi i lametini con Ciotti che, su calcio piazzato a pochi passi dal vertice sinistro dell'area di rigore, costringe Furlan ad una difficile parata. Al 33' si ripropone Ciotti sulla destra che conclude di poco alla sinistra del palo. Al 35' viene annullato un gol al Barletta: Tangorra insacca di testa all'incrocio ma l'assistente Fiorito della sezione di Salerno annulla per fuorigioco. Su capovolgimento di fronte, al 36', Vigor Lamezia
vicinissima al gol con Riccobono che si vede respingere sulla linea da Sabini una
sua conclusione ravvicinata. Il secondo tempo si dimostra più vivace sotto il profilo delle occasioni. Il Barletta aumenta la pressione offensiva alla ricerca del vantaggio ma incontra evidenti limiti in fase di costruzione del gioco a
centrocampo. I biancoverdi continuano invece la loro partita di rimessa, proponendosi più di una volta dalle parti di Furlan. Al 5' pasticcio difensivo
in area barlettana con Manca che per poco non ne approfitta. Al 11' Dececco
conclude alto dal limite dell'area, in seguito a respinta su corner. Al 21' Zotti, fino a quel momento scarsamente incisivo, va vicinissimo al gol con un sinistro che si spegne di poco alto. Pochi minuti dopo buona transizione offensiva
per la Vigor con Amita che però conclude alto sulla trasversale. Prima della mezz'ora sgroppata di Ciotti sulla destra, cross al centro e Manca in area vede il suo tiro contrato da Sabini. Al 31' Zotti imbecca Alessandrì in area che per un soffio viene anticipato da Panico in uscita. Subitodopola rete che decide la gara: su calcio piazzato Manca di testa colpisce il palo ma sulla ribattuta è pronto il tap-in di Ciminari che da due passi deve solo appoggiare in rete. E' il vantaggio che manda in visibilio i circa 20 tifosi biancoverdi presenti nel settore ospiti. A questo punto il Barletta cerca disperatamente di agguantare il pareggio nei minuti finali e si riversa in attacco. Al 39' viene espulso Amita per doppia ammonizione. Al 44' una punizione di Zotti dal limite sfiora l'incrocio
dei pali alla sinistra di Panico. Non succede più niente e dopo 4 minuti di recupero il sig. Zeoli sancisce la fine dell'incontro. Per il Barletta terza
sconfitta in undici gare, la prima tra le mura amiche. La Vigor invece colleziona la seconda vittoria in trasferta e respira.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?