Salta al contenuto principale

Sciopero trasporti, linea dura della Regione

Basilicata

La Regione Calabria contro le aziende di trasporto locale che minacciano proteste e blocchi per la mancata erogazione dell’ultima trimestralità

Tempo di lettura: 
1 minuto 2 secondi

Linea dura della Regione Calabria contro le aziende di trasporto locale che minacciano proteste con il blocco del traffico per la mancata erogazione
dell’ultima trimestralità. Lo ha detto l’assessore Demetrio Naccari Carlizzi al termine dell’incontro avuto con i dirigenti della ditta Romano che ieri mattina hanno paralizzato la città di Catanzaro.
Naccari Carlizzi ha proposto alla giunta regionale un disegno di legge per la proroga dei contratti di servizio per il trasporto pubblico locale (per il 2009) alle aziende che firmeranno gli stessi contratti di servizio entro il 31 dicembre 2008. La firma del contratto di servizio, riporta una nota del portavoce, è una condizione necessaria in quanto prevista dalla legislazione vigente per portare il sistema del trasporto pubblico locale ad essere più efficiente e capace di corrispondere alle esigenze di mobilità dei calabresi.
La Regione Calabria ha finora erogato nove dodicesimi del contratto di servizio del 2008, nonostante le aziende non l’abbiano ancora sottoscritto. L’ultima trimestralità non è stata ancora erogata anticipatamente dalla Regione in quanto ciò renderebbe evadibile l’obbligo di firma dello stesso contratto di servizio.
L'assessore ai trasporti ha spiegato ai soci della ditta Romano che esistono impedimenti giuridici per la liquidazione dell’ultima trimestralità fin quando le aziende non firmeranno il contratto per il 2008.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?