Salta al contenuto principale

Sanità, Spaziante si è dimesso

Basilicata

L'assessore regionale alla sanità, Vincenzo Spaziante ha presentato le dimissioni con una lettera inviata al presidente Agazio Loiero

Tempo di lettura: 
1 minuto 54 secondi

L'assessore della Regione Calabria alla Sanità, Vicenzo Spaziante, ha rassegnato le proprie dimissioni con una lettera arrivata ieri sera, sul tavolo del presidente della Regione, Agazio Loiero. Lo ha reso noto, confermando così alcune voci circolate nel pomeriggio di ieri, il portavoce del presidente Pantaleone Sergi, il quale ha spiegato che «Loiero non ha preso alcuna decisione in merito. Anche in questa occasione – ha aggiunto il portavoce - Spaziante ha confermato eleganza istituzionale e amore verso la Calabria, manifestando ulteriormente la propria stima e l'apprezzamento nei confronti di Loiero e dell’azione di governo soprattutto nel settore della Sanità dove si è lavorato e si lavora per imprimere una netta discontinuità con il passato, quella discontinuità che ha fatto venire alla luce i nodi antichi e mai risolti».
Tra i motivi che hanno spinto l’assessore Spaziante a mettere a disposizione del presidente l’incarico, ha spiegato ancora Sergi, «la delicatezza del momento che impone scelte coraggiose per assicurare una sanità adeguata ai bisogni dei calabresi». In un passaggio della lettera, Spaziante scrive a Loiero: «Da qui in avanti la responsabilità del settore non può essere divisa e quella tecnica, da me fin qui espressa, deve coincidere per intero con quella politica. Per quanto posso valutare io, al più alto livello politico istituzionale al quale normalmente si esplica». Spaziante, come ha spiegato ancora nella missiva, ha riconfermato il proprio impegno «al servizio della Calabria in un’altra e più efficace posizione», quella di commissario di governo per l’emergenza».
Nella sua lettera di dimissioni l'assessore alla Sanità Vincenzo Spaziante, ha inteso ringraziare il presidente della Regione Agazio Loiero per il sostegno avuto (non mi hai mai fatto sentire solo, mai ho sentito limito o condizionamenti alla mia attività»), e si è augurato che il suo gesto «oltre a esserlo nella sostanza» venga anche «percepito da tutti in modo limpido e trasparente come un gesto finalizzato esclusivamente a rafforzare la Calabria e la tua giunta», con la prospettiva di garantire «la sovranità piena della Regione nel campo delle politiche sanitarie».
Secondo quanto Spaziante ha scritto nella lettera di dimissioni, nella contrattazione per il piano di rientro nel settore della Sanità, che la Regione si appresta a fare «c'è bisogno del massimo di autorevolezza politico-istituzionale», e tale autorevolezza, fa intendere Spaziante, solo il presidente Loiero può averla.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?