Salta al contenuto principale

Slot machine e denunce nel Reggino

Basilicata

I finanzieri nell’ambito di una attività di contrasto al gioco d’azzardo ed alle scommesse clandestine, hanno posto sotto sequestro un videopoker situato in un locale di Cittanova

Tempo di lettura: 
0 minuti 43 secondi

I finanzieri della tenenza di Taurianova, coordinati dal comandate della compagnia di Palmi, nell’ambito di una attività di contrasto al gioco d’azzardo ed alle scommesse clandestine, hanno posto sotto sequestro un videopoker situato all’interno di un locale di Cittanova (Rc). Nello stesso locale, secondo quanto reso noto dalle Fiamme Gialle, c'erano diversi congegni dei quali uno rientrante nelle categorie considerate ufficialmente proibite dall’amministrazione dei monopoli di Stato, in quanto configurato per il gioco della «slot machine» con palese fine di lucro, essendo predisposto per accettare puntate iniziali superiori al limite consentito ed in modo continuativo, con possibilità di vincita legata principalmente all’elemento aleatorio (azzardo) e non all’abilità del giocatore. L'attività ha permesso di denunciare alla procura della repubblica presso il tribunale di Palmi non solo il titolare dell’impianto ma anche un avventore, sorpreso mentre utilizzava il videogame illegale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?