Salta al contenuto principale

Lamezia, a rischio 35 posti di lavoro

Basilicata

L'azienda è la Lamezia Speciality Film, del gruppo Treofan che si occupa della produzione di cast e foglia in propilene applicati all’imballaggio

Tempo di lettura: 
1 minuto 26 secondi

A rischio trentacinque posti di lavoro alla Lamezia Speciality Film del gruppo Treofan che si occupa della produzione di cast e foglia in propilene applicati prevalentemente nel campo dell’imballaggio.
A lanciare l’allarme, sono i sindacati Femca Cisl, Filcem Cgil e la Rsu, che parlano anche di «conseguenze sociali enormi poichè, – scrivono – oltre ai dipendenti della Treofan, coinvolge un indotto di centinaia di posti di lavoro».
«Nel corso del 2008 – è detto nella nota – la Treofan Italia e le organizzazioni sindacali avevano raggiunto un accordo in base al quale, per assicurare la continuità produttiva del sito e far fronte alla crisi denunciata dall’azienda, erano stati posti in mobilità ben venti unità lavorative. Il 12 novembre scorso, nel corso di un incontro, i dirigenti della Treofan Italia hanno comunicato alle organizzazioni sindacali la decisione di porre la Lamezia speciality film in liquidazione dal primo dicembre prossimo avviando, conseguentemente, la procedura per la messa in mobilità di tutti i lavoratori».
Per questo motivo, lavoratori e sindacati, che parlano di “responsabilità manageriali» per la crisi che sta attraversando l’azienda, hanno deciso di «coinvolgere le istituzioni locali e regionali chiedendo – è scritto nella nota - di convocare le parti entro breve termine, ribadendo che la mancata vendita con la messa in liquidazione e conseguente licenziamento collettivo di tutti i lavoratori dipendenti sarebbe un’ulteriore beffa per la Regione Calabria e per il lametino, in considerazione del fatto che l’insediamento di Lamezia Terme è stato realizzato per intero con finanziamenti pubblici».
Al riguardo sono state inviate due distinte missive all’assessore regionale all’Industria, Francesco Sulla (nella foto), ed all’assessore comunale alle Attività produttive di Lamezia Terme, Antonio Palmieri, per «la convocazione urgente di un incontro tra l’azienda e le competenti organizzazioni sindacali».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?