Salta al contenuto principale

Rifiuti, sospeso lo sciopero della Vallecrati

Basilicata

Aspetteranno fino a mercoledì i dipendenti dell'azienda che costituisce il braccio operativo del Consorzio Vallecrati, che si occupa della raccolta e della gestione dei rifiuti nell’hinterland cosenti

Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

E' stato sospeso lo sciopero annunciato dai lavoratori della Vallecrati S.p.A., l’azienda che costituisce il braccio operativo del Consorzio Vallecrati, che si occupa della raccolta e della gestione dei rifiuti nell’hinterland cosentino. Gli operai minacciavano un altro blocco a causa della mancata corresponsione degli stipendi di ottobre. Adesso aspetteranno fino a mercoledì, dichiarano i sindacalisti. Lo sciopero sarebbe fatale alla città di Cosenza, che solo adesso sta faticosamente uscendo da una terribile settimana di crisi della raccolta. Nelle vie principali i cumuli di sacchetti, che si erano ammucchiati in maniera disordinata, ostruendo i marciapiedi, sono quasi scomparsi. L’emergenza permane in alcune vie secondarie e nelle traverse del centro, dove ancora la raccolta non è stata effettuata. Intanto i vertici della Vallecrati, che si pensa saranno a breve sostituiti, denunciano ancora una volta che la crisi del consorzio e della S.p.A. collegata deriva solo dalla morosità di diversi comuni. Il Consorzio dovrebbe ricevere dagli associati circa due milioni di euro al mese, ma questa cifra continua ad essere del tutto teorica. Nei giorni scorsi il Comune di Cosenza ha disposto un pagamento straordinario di 10 milioni di euro

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?