Salta al contenuto principale

Cirò Marina, stretta di mano nei circoli del Pd

Basilicata

Nel corso dell’incontro numerosi sono stati gli interventi che hanno rimarcato ancora una volta la situazione di disagio politico del PD che esiste in Calabria e nel Crotonese

Tempo di lettura: 
1 minuto 42 secondi

Si sono ritrovati a Cirò Marina dirigenti ed amministratori locali del PD dei Comuni di Cirò Marina, Cirò, Crucoli, Melissa e Carfizzi, dopo l’incontro tenutosi a Cirò il 9 Ottobre 2008, con una nutrita rappresentanza dei vari circoli. «Nel corso dell’incontro -si legge in una nota – numerosi sono stati gli interventi che hanno rimarcato ancora una volta la situazione di disagio politico del PD che esiste in Calabria e principalmente nel Crotonese sia per la mancata costituzione dei circoli, sia per il mancato avvio della campagna di tesseramento, che impediscono la fase di organizzazione e quindi del radicamento sul territorio del nuovo soggetto politico. Nella discussione è emerso il rammarico per la mancata pubblicità e quindi la poca attenzione del partito per l'appuntamento di domani quando in tutt'Italia si svolgeranno le elezioni dei rappresentanti giovanili nei vari organismi del PD. Un augurio di buon lavoro da parte dei presenti a tutti i giovani del PD impegnati in questo straordinario evento perchè sono loro i protagonisti del rinnovamento della classe politica e quindi del costituendo Partito Democratico. Unanime l’appello perchè a livello provinciale si possa trovare quell'unità di intendi che la particolarità del momento richiede al fine di avere un partito unito e non lacerato, capace di scegliere una classe dirigente sulla base di un confronto politico e non sullo scontro personale, nel rispetto di quanti guardano con attenzione Ed interesse al PD. Dialogare e discutere per ritrovare quella serenità per meglio affrontare i problemi della gente, in un momento in cui la grave crisi economica mondiale e nazionale rappresenta un serio pericolo per le famiglie e principalmente per le giovani generazioni . Urge la necessità – si legge ancora – di avere un partito aperto a tutti e non a pochi, che sappia dialogare con tutti e senza chiusure che impediscono, nelle scelte importanti, il coinvolgimento dei rappresentanti di tutto il territorio provinciale. Infine, si è deciso che nel prossimo incontro, da tenersi nei prossimi giorni, si provvederà alla stesura di un documento politico aperto al contributo di quanti credono che insieme «Ce la possiamo fare».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?