Salta al contenuto principale

Vigor, Pascuccio incoraggia il gruppo

Basilicata

2ª Divisione. Nel pomeriggio il collaudo in vista della sfida di Aversa. Da scegliere il vice Ciotti

Tempo di lettura: 
2 minuti 40 secondi

Sarà il test di questo pomeriggio con l’Excalibur al “D’Ippolito”, se non piove altrime al “Carlei”, la giusta occasione per Ammirata di provare la “Vigor che
affronterà la seconda trasferta consecutiva contro l’Aversa Normanna degli ex Giovanni Rosamilia e Gennaro Marasco il cui ritorno alla Vigor è sfumato.
Ammirata dovrà collaudare in particolare l’alternativa allo squalificato Ciotti. Rondinelli, Scalese oppure Sanso. Uno di questi tre infatti domenica dovrebbe sostituire lo squalificato giocatore romano. Un altro insomma che si aggiunge all’elenco degli indisponibili. Fra cui Nicolò Pascuccio, il centrale difensivo operatosi al ginocchio insieme a Lopetrone e recuperabile per gennaio. Nessuna presenza in questa stagione dopo che ,lo scorso campionato restò fuori per due mesi. «Sto meglio - dice Pascuccio rivistosi al “Carlei”- il ginocchio è un pò gonfio però ho iniziato a lavorare in piscina e riesco a correre un pò. L’importante è non avere dolore, poi la condizione verrà pian piano fino alla ripresa del campionato, dopo le feste». Per un combattente come lui è dura stare fuori, specie in questo momento di difficoltà. «Soffro troppoper come sono fatto -sostiene - però cerco di dare il mio supporto alla squadra stando più vicino possibile ai miei compagni perchè sono convinto che al più presto ci tireremo
fuori da questa situazione». E aggiunge: «Già il fatto che abbiamo ottenuto quattro risultati utili consecutivi significa che la squadra è più quadrata, purtroppo in questo momento del campionato ci servono punti. Fortuna che siamo tutte lì, ristretti in pochi punti e quindi basta poco per tirarci fuori. Dobbiamo dare il massimo come stiamo facendo e penso che i risultati prima o poi arriveranno, speriamo il prima possibile ». Pascuccio ai suoi compagni non ha nulla da dire: «So che stanno dando il massimo perchè li conosco troppo bene, più che altro ho qualcosa da dire alla gente, e cioè ai tifosi di starci vicini perchè posso garantire che ogni domenica diamo il massimo, purtroppo a volte anche gli episodi ci condizionano, però il calcio è questo ». Ad Aversa serve una granhde Vigor: «I campi della Campania - dice - sono sempre caldi, anche se ho parlato proprio con Rosamilia, poichè ci sentiamo tutti i giorni visto che con lui siamo come fratelli, e mi diceva che non è proprio un campo infuocato. Sono un’ottima squadra però anche loro hanno delle difficoltà. Hanno un nuovo allenatore che è stato alla Nocerina, Sergio, gli piace un calcio divertente e spregiudicato, giocano con un 4-3-3. Sarà una partita difficilissima e ci vorrà la migliore Vigor per portare a casa un risultato utile». Pascuccio quindi da appuntamento a gennaio: «Mi auguro di rientrare prima, però, facendo i debiti scongiuri, credo di recuperare per gennaio e dare una mano alla Vigor per ottenere questa salvezza tranquilla». Ad Aversa troverà un altro suo ex compagno, Marasco, che stava per tornare: «Ci siamo infatti sentiti lunedì e mi ha comunicato di aver firmato con l’Aversa Normanna. Sabato scorso gli avevo detto di venire a Lamezia perchè avevamo bisogno di uno come lui, sia come calciatore ma soprattutto come uomo visto che era un bene per il gruppo. Mi è dispiaciuto però gli ho comunque fatto un in bocca al lupo».

di PASQUALINO RETTURA

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?