Salta al contenuto principale

Orso bruno, sequestrati beni cosca italo-canadese

Basilicata

Beni mobili e immobili per un valore di 800 mila euro sono stati sequestrati dai carabinieri e dal personale della Dia a Carmelo Bruzzese, 59 anni, di Marina di Gioiosa Jonica

Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

Beni mobili e immobili per un valore di 800 mila euro sono stati sequestrati dai carabinieri e dal personale della Dia a Carmelo Bruzzese, 59 anni, di Marina di Gioiosa Jonica. Il provvedimento di sequestro è stato emesso dal giudice per le indagini del tribunale di Roma su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia. I beni sequestrati sono: un appartamento a Grotteria Mare, un immobile a due piani con seminterrato, ad uso commerciale, a Marina di Gioiosa Jonica e quote di partecipazioni in un società commerciale. Il tutto è stato affidato in amministrazione giudiziaria ad un dottore commercialista reggino il quale curerà la gestione patrimoniale. Bruzzese è accusato di appartenere ad una organizzazione mafiosa italo-canadese che fa capo alla famiglia dei Rizzuto, organica alla storica famiglia dei narcotrafficanti Cuntrera-Caruana che opera in Canada, Usa e nel Mezzogiorno d’Italia. Il sequestro dei beni rientra nell’ambito dell’operazione chiamata 'Orso Brunò compiuta nell’ottobre del 2007 e che vedeva coinvolte 19 persone tra cui lo stesso Bruzzese.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?