Salta al contenuto principale

Droga, arrestati a Rimini spacciatori cosentini

Basilicata

Sgominata una banda che riforniva la Riviera. Eseguite 48 ordinanze coercitive in più province italiane. Di questi 25 sono in carcere, 19 ai domiciliari e 4 con l'obbligo di dimora

Tempo di lettura: 
0 minuti 42 secondi

Dalle prime ore del mattino, i carabinieri del Comando Provinciale di Rimini stanno eseguendo 48 ordinanze di applicazione di misure coercitive (25 misure di custodia cautelare in carcere, 19 degli arresti domiciliari e 4 dell’obbligo di dimora) nelle province di Rimini, Ancona, Forlì-Cesena, Pesaro e Urbino, Ravenna, Cosenza, Messina, Sassari e Belluno. A finire nella rete degli investigatori sono stati 45 cittadini italiani e 3 albanesi con l’accusa di spaccio di stupefanti in prevalenza eroina e cocaina. L’operazione, denominata «Claude», coordinata dal Sostituto Procuratore di Rimini Davide Ercolani, è scaturita dalle indagini condotte dai carabinieri proprio in relazione all’aumento del consumo di eroina in Riviera. Le indagini hanno consentito in breve tempo di individuare e arrestare i vertici operativi in provincia di Rimini e di localizzare uno dei principali fornitori di eroina e cocaina della riviera Romagnola con contatti anche all’estero.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?