Salta al contenuto principale

Truffe, due denunce nel reggino

Basilicata

Denunciate due persone per aver ottenuto fidejussioni bancarie attraverso la presentazione di dichiarazioni dei redditi, risultate false

Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

Due persone, R.A., di 44 anni, e S.F., di 27, sono state denunciate dalla Guardia di finanza nella Piana di Gioia Tauro con l’accusa di truffa e false dichiarazioni. I due, secondo quanto accertato dai finanzieri, hanno ottenuto fidejussioni bancarie attraverso la presentazione di dichiarazioni dei redditi, inviate telematicamente, risultate false.
Gli autori del raggiro, per circa 100 mila euro, si accreditavano presso aziende commerciali ignare della situazione le quali, sulla base delle garanzie fidejussorie, avallate anche dall’agente di zona, di una società finanziaria, la cui posizione è al vaglio degli inquirenti, cedevano i loro prodotti. Grazie al sistema svelato dai finanzieri i due erano riusciti ad ottenere da diverse ditte la fornitura di oltre 15 mila bottiglie di vino, decine di condizionatori d’aria e un macchinario industriale utilizzato per la produzione di torrone del valore di 100 mila euro.
La merce, prima sottoposta a sequestro cautelativo, è stata restutuita ai proprietari. Una terza persone, A.Z., di 48 anni, di Rizziconi, alla quale era stato venduto il macchinario industriale per la produzione di torrone, è stata denunciata per il reato di incauto acquisto.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?