Salta al contenuto principale

Reggina: il sindaco, "riempiamo lo stadio"

Basilicata

Giuseppe Scopelliti, alla vigilia dell’incontro con il Bologna in programma domenica allo stadio Granillo, invita la tifoseria a sostenere la squadra amaranto con la consueta passione

Tempo di lettura: 
1 minuto 59 secondi

«La Reggina in serie A rappresenta l’orgoglio di noi reggini e in questi anni ha contribuito a far crescere l’immagine della città». Ad affermarlo è il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti, alla vigilia dell’incontro della Reggina con il Bologna, in programma domenica allo stadio Granillo. Scopelliti invita la tifoseria 'a riempire lo stadio con l'amore e la passione per la squadra amaranto che l’ha sempre contraddistinta. I tifosi amaranto hanno recitato un ruolo fondamentale sostenendo la squadra con passione ed entusiasmo e grande correttezza, la curva sud è stato sempre il cuore pulsante del tifo e oggi più che mai Cozza e compagni hanno bisogno dell’apporto degli ultrà». «Mi sento ancora uno di loro – prosegue Scopelliti – perchè so quanto sia importante per i tifosi amaranto l’attaccamento alla squadra e la voglia di sostenerla e quanto la curva sia riuscita a trascinare e coinvolgere in questi anni. Adesso occorre stringerci tutti accanto alla squadra, perchè uniti, come sempre è successo in passato, si possono raggiungere i risultati. Mi rivolgo ai capi carismatici dei club amaranto perchè la curva amaranto continui ad essere quella, che tutta Italia ci ha sempre invidiato per il suo calore e il grande incitamento alla squadra». «Il riferimento – prosegue Scopelliti – è a Carminello, grande trascinatore dei gruppi organizzati. Spero domenica torni a guidare la nostra curva. La Reggina per noi tifosi è stata sempre una fede, in migliaia hanno seguito la squadra amaranto su tutti i campi, ricevendo i complimenti per la straordinaria dimostrazione di passione e correttezza. Il nostro stadio è stato sempre il fiore all’occhiello mettendosi in mostra per il calore e il colore dei suoi appassionati. Oggi vogliamo rivedere il Granillo pieno e la curva ribollente di tifo. C'è da compiere un’altra impresa e la partita con il Bologna rappresenta un passaggio fondamentale, anche se la strada si presenta ancora molto lunga». «La serie A la sentiamo ormai nostra – prosegue Scopelliti – ci appartiene e la Reggina a questi livelli esporta l’immagine positiva della città. Lo staff tecnico, la squadra, la società, i tifosi sono componenti inscindibili. Gli atleti che scendono in campo devono sapere che c'è un’intera città vogliosa di raggiungere il traguardo. La nostra curva deve tornare ad essere covo di passione ed entusiasmo, capace di sostenere la squadra e coinvolgere l’intero stadio con quei cori che sono entrati nel cuore degli appassionati amaranto».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?