Salta al contenuto principale

Cosentino ucciso, preso il presunto assassino

Basilicata

In carcere è finito un albanese di 27 anni con permesso di soggiorno scaduto. L’extracomunitario è stato bloccato dalla squadra mobile di Prato e dalla polfer di Firenze

Tempo di lettura: 
1 minuto 3 secondi

E' stato arrestato dalla squadra mobile di Prato il presunto omicida di Pietro Costantino, 55 anni, originario della provincia di Cosenza e residente a Prato, ucciso a coltellate la sera del 5 dicembre scorso in una sala giochi pratese. In carcere è finito un albanese, 27 anni, in Italia con un permesso di soggiorno scaduto. L’extracomunitario è stato bloccato l’altra sera dalla squadra mobile di Prato, in collaborazione con i poliziotti della polfer di Firenze, alla stazione del capoluogo toscano: secondo gli investigatori, in base anche ai biglietti che l’ albanese aveva, l’uomo voleva raggiungere Bari col treno per poi imbarcarsi per l’Albania. Da una prima ricostruzione sul movente del litigio che ha poi portato alla morte di Costantino, ci sarebbe stata una questione di soldi: l’albanese avrebbe rivendicato pagamenti per lavori fatti alla vittima, che aveva una piccola impresa edile. , alla stazione del capoluogo toscano: secondo gli investigatori, in base anche ai biglietti che l’ albanese aveva, l’uomo voleva raggiungere Bari col treno per poi imbarcarsi per l’Albania. Da una prima ricostruzione sul movente del litigio che ha poi portato alla morte di Costantino, ci sarebbe stata una questione di soldi: l’albanese avrebbe rivendicato pagamenti per lavori fatti alla vittima, che aveva una piccola impresa edile.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?