Salta al contenuto principale

Firmato a Roma l'accordo tra sindacati e Panasonic

Basilicata

Ottantuno dipendenti della struttura di Pisticci in provincia di Matera per due anni godranno dell'attivazione della cassa integrazione straordinaria. Prevista anche la mobilità

Tempo di lettura: 
0 minuti 39 secondi

E' stato sottoscritto ieri a Roma, presso il Ministero del Lavoro, il verbale di accordo per l'attivazione della cassa integrazione straordinaria alla Panasonic di Pisticci (Matera), che riguarderà per due anni tutti gli 81 dipendenti. La Panasonic ha annunciato la cessazione dell’attività per motivi gestionali, a seguito della contrazioni del mercato nel settore laminati per l’elettronica. L’accordo prevede un piano di gestione degli esuberi, con la possibilità di attivare mobilità all’interno del gruppo, forme di esodo volontario e opportunità che la Regione Basilicata potrebbe mettere in campo con programmi di rilancio dell’area industriale. L’accordo è stato firmata da rappresentanti della Regione Basilicata, dai dirigenti della Panasonic assistiti dal responsabile delle relazioni industriali di Confindustria Basilicata e dai sindacalisti di Filcem Cgil, Femca Cisl e Uilcem Uil.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?