Salta al contenuto principale

Sequestrati beni nel Cosentino

Basilicata

Il valore è di circa 300mila. Ad intervenire sul patrimonio di Gianfranco Senise, 38 anni, di Cassano Ionio, l’Ufficio Misure di Prevenzione e Sicurezza della Questura di Cosenza

Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

Beni del valore di circa 300.000 euro sono stati sequestrati dagli uomini dell’Ufficio Misure di Prevenzione e Sicurezza della Questura di Cosenza a Gianfranco Senise, 38 anni, di Cassano Ionio (CS), attualmente detenuto. Senise è ritenuto un esponente del clan Forastefano, operante nel territorio dell’alto Ionio cosentino. Nell’ambito del sodalizio criminale, Senise avrebbe assunto il compito di reimpiegare in mutui contratti a tasso usurario i proventi della cosca, in un arco di tempo tra il 2003 al 2007. Senise è stato coinvolto nella recente operazione di Polizia Giudiziaria denominata «Omnia», grazie alla quale è stato inferto un duro colpo alle attività del gruppo. Il sequestro ha interessato tutti i beni mobili ed immobili di sua pertinenza o a lui riconducibili il cui reale importo è ancora in fase di accertamento. Il sequestro di oggi segue, a distanza di un mese, quello eseguito nei confronti di Giovanni Muscolino. Nel corso dell’anno sono stati complessivamente sequestrati beni per un importo di oltre 50 milioni di Euro ed i relativi provvedimenti hanno riguardato pericolosi soggetti, tutti indiziati di appartenere a cosche mafiose operanti sul vasto territorio della provincia di Cosenza.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?