Salta al contenuto principale

Estorsori arrestati a Lamezia

Basilicata

L'operazione denominata "Nuntius" è stata condotta dalla polizia. I fermati farebbero parte della famiglia Torcasio e sarebbero stati accusati da un imprenditore locale

Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

Denuncia i responsabili di un’estorsione ai suoi danni e li fa arrestare dai carabinieri. È quanto è accaduto a Catanzaro, protagonista un imprenditore al quale erano stati chiesti tremila euro in cambio della restituzione di un furgone e della merce contenuta sul mezzo che erano stati rubati il 4 dicembre scorso. Uno dei due arrestati, Domenico Passalacqua, di 19 anni, è un pregiudicato, mentre l’altro, C.D., di 47, è incensurato. L’imprenditore, dopo avere subito il furto del furgone, che era parcheggiato nella sua azienda, e della merce, si è rivolto successivamente ai carabinieri per riferire della richiesta estorsiva che gli era stata rivolta. I militari della Compagnia di Catanzaro hanno organizzato, così, un servizio di appostamento ed hanno bloccato i responsabili dell’estorsione trovandoli in possesso della somma che gli era stata consegnata dall’imprenditore. Una terza persona, complice dell’estorsione, Massimo Berlingieri, di 29 anni, sorvegliato speciale, è riuscita a sfuggire all’arresto e viene adesso ricercata.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?