Salta al contenuto principale

Alluvione, intesa per nuovo sito industriale

Basilicata

Prosegue l’impegno del presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, nella veste di commissario delegato all’emergenza post alluvione di Vibo Valentia

Tempo di lettura: 
2 minuti 3 secondi

È stato siglato un protocollo d’intesa tra Regione Calabria, Comune di Vibo Valentia e Ferrovie della Calabria, che ha per oggetto, la delocalizzazione dell’area industriale delle Ferrovie della Calabria di via Protettì, a Vibo, fortemente danneggiata a seguito degli eventi alluvionali dello scorso 3 luglio 2006.
Con un primo intervento pari a 700 mila euro, il commissario delegato all’emergenza, il presidente Agazio Loiero, aveva già disposto la messa in sicurezza dell’intera area. Oggi, con questo importante accordo si restituisce un’area preziosa alla cittadinanza, considerata la posizione centrale dell’ex deposito delle Ferrovie. Visto che l'immobile oggetto dello sgombero appartiene al demanio regionale e in uso alle Ferrovie della Calabria e l’ipotesi di un riutilizzo risulta incompatibile con la vocazione di forte centralità di quell'area, è stato deciso che i nuovi impianti industriali di FdC sorgano in località aeroporto, all’interno dei mercati generali (Foro Boario). Attraverso questo protocollo d’intesa si stabilisce che la società Ferrovie della Calabria si impegna a produrre formalmente alla Regione il progetto preliminare per la delocalizzazione dei propri impianti nel nuovo sito. Tale atto è propedeutico al fine di pervenire alla sottoscrizione di un apposito accordo di programma.

Il Comune di Vibo Valentia si impegna a cedere alla Regione Calabria il suolo in questione e, sempre la Regione, si impegna contestualmente a sdemanializzare e a cedere al Comune di Vibo, l’attuale sito di via Protettì, assegnando l’immobile oggetto di permuta nei mercati generali di «Foro Boario» alle Ferrovie della Calabria, mediante apposito atto. Il protocollo prevede anche che le Ferrovie della Calabria ultimino, entro 60 giorni dalla firma dell’atto, gli interventi di messa in sicurezza, di demolizione dei capannoni pericolanti e il ripristino della superficie del piazzale originario per una sua utilizzazione a parcheggio, mentre la Regione Calabria dovrà individuare i fondi necessari alla realizzazione delle opere, eventualmente attraverso l'intervento del commissario delegato con fondi propri o derivanti da accordi di programma quadro con i ministeri competenti e/o con la partecipazione delle Ferrovie della Calabria al bando delle grandi imprese in corso di predisposizione da parte della Camera di Commercio. Infine, il Comune di Vibo si impegna ad approvare il progetto di delocalizzazione e riqualificazione complessiva dell’area denominata «Foro Boario» comprendente l’edificazione d nuove strutture per circa 4 mila metri quadri e la ristrutturazione di quelle esistenti. L’accordo di programma, che sarà predisposto entro 30 giorni dalla presentazione del progetto delle Ferrovie della Calabria, avrà valore di variante semplificata allo strumento urbanistico.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?