Salta al contenuto principale

La Vigor sfata il tabù interno

Basilicata

2° divisione. Gli ospiti dell'Isola Liri pareggiano, ma al 90’ la rete che vale tre punti pesantissimi. Ragatzu e Sergi firmano la prima vittoria in casa

Tempo di lettura: 
2 minuti 6 secondi

Sergi - Ragatzu e la Vigor espugna il "D’Ippolito". Nel ricordo dell’assessore Gianni Lucchino scomparso prematuramente ed al quale lo stadio gli tributa un applauso prima del match, arriva un minuto prima del 90’ la zampata del "gigante
buono" biancoverde, Michele Sergi, che all’esordio dopo il suo ritorno alla Vigor notifica il primo successo interno di questa stagione. Eppure dopo il pari ospite la paura e la sofferenza è stata tanta. Anno nuovo Vigor nuova con gli "esordi" dal primo minuto di Pascuccio e "fosforo" Lopetrone oltre che di Sergi ad affiancare un sempre più ritrovato Ragatzu. Ospiti senza lo squalificato Pagano e Galuppi passato al Gela. La Vigor parte bene, si gioca sotto la pioggia che rende il terreno molto viscido. Passano solo due minuti e, su un cross di Ciotti, Ragatzu va giù, ma l’arbitro lascia proseguire. La rete del vantaggio sembra fatta
quando al 7’ Ragatzu di testa, intercetta un assist dalla sinistra di Riccobono, serve sotto porta Sergi che non riusciva a spingere la palla in rete. Ancora Vigor: Sergi (14’) su un rasoterra impegna Fiorini, e al 24’ un destro dal limiti di Ciotti sfiorava la traversa grazie a una deviazione. Nella ripresa erano gli ospiti a partire meglio rendendosi pericolosi prima con Ranalli (2’) che sfiorava
il palo e poi con Pignalosa un minuto dopo, ma Panìco parava in tuffo. Nel miglior momento dell’Isola Liri giunge la rete lametina. Lopetrone indovina un corridoio sulla destra per Ciotti, palla perfetta bassa al centro dell’area per Ragatzu che spiazza Fiorini con grande freddezza. Riccobono (10’) sfiora il doppio vantaggio dal vertice dell’area piccola e un minuto dopo Sergi di tacco su angolo sfiora il palo. Clamoroso al 13’ quando Ciotti a botta sicura si vede la sfera sull’esterno della rete dopo una deviazione; break ospite con un tiro cross di Ranalli sul quale interviene in tuffo Panìco. Il gol del 2 a 0 sembrava fatto quando al 16’, Ciotti, di testa a porta vuota si trova la palla del 2 a 0 dopo che la sfera rimbalzando a terra aveva superato il portiere ospite: sfera incredibilmente fuori. Al 27’ il pari: sulla respinta di un difensore vigorino da azione d’angolo, Giacalone appostato nella lunetta indovinava il rasoterra giusto
infilando Panìco. Un minuto dopo Sergi gira in area un cross dalla destra di Ciotti sfiorando il palo. La Vigor rischia: D’Imporzano (43’) viene chiuso provvidenzialmente da Filippi. Ragatzu (44’ ) trova poi lo spazio giusto per Sergi che solo davanti al portiere lo supera con tocco quanto basta per scavalcare
Fiorini.

Pasqualino Rettura

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?