Salta al contenuto principale

Tumori: campagna della Lilt a Catanzaro

Basilicata

Il 18 gennaio ha avuto inizio la campagna «I LILT YOU» , che consiste nella ricerca e nel reclutamento di volontari che possano essere parte integrante della Sezione Provinciale Lilt

Tempo di lettura: 
1 minuto 16 secondi

Il 18 gennaio ha avuto inizio la campagna Volontariato 2009 «I LILT YOU» , che consiste nella ricerca e nel reclutamento di volontari che possano essere parte integrante della Sezione Provinciale Lilt (Lega italiana lotta ai tumori) di Catanzaro. «Il volontario – si legge in una nota – è una risorsa preziosa che, ogni giorno, attraverso piccoli gesti contribuisce alla mission LILT: vincere il cancro attraverso la prevenzione, ma anche prendersi cura del malato oncologico, alleviandone le sofferenze e condividendone la gioia della guarigione. Non servono competenze specifiche, basta avere più di 18 anni e qualche ora di tempo da dedicare per aiutare chi ha bisogno. Ci sono tanti modi per essere volontario Lilt, dall’assistenza al malato, alla diffusione della cultura della prevenzione, all’organizzazione degli eventi, sono tante le possibilità attraverso cui puoi offrire il tuo contributo e donare speranza ed una migliore qualità di vita al malato oncologico. Tutti possono offrire la propria solidarietà. Diventare volontario Lilt – continua la nota – è semplice, basta contattare il numero verde 800-998877 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00 o visita il sito www.lilt.it oppure telefona al numero 0961725026, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Da oggi è anche disponibile il sito ufficiale della sezione provinciale di Catanzaro, raggiungibile all’indirizzo www.liltcz.it. Il portale, realizzato dal webmaster Domenico Concolino, si presenta con una grafica semplice, accattivante ed intuitiva, come una vetrina sulle nostre iniziative e una «web-brochure» che illustra come aiutarci e contattarci. Inoltre, al vecchio indirizzo e-mail si affianca ora: info@liltcz.it».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?