Salta al contenuto principale

Crotonese estorsore in trasferta

Basilicata

Francesco Scalise, 52 anni, insieme a due siciliani ha tentato di estorcere del denaro a un professionista di La Spezia. La vittima rivolgendosi ai carabinieri ha permesso l'arresto

Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

Tre uomini sono stati arrestati dai carabinieri di Sarzana con l’accusa di estorsione ai danni di un noto professionista del luogo. Colti in flagranza dai militari che si erano nascosti dietro la porta nell’ufficio della vittima mentre stava avvenendo la consegna del denaro, sono finiti in manette Nunzio Corallo, 43 anni, carpentiere originario di Gela e residente a Massa (Massa Carrara), Salvatore Gulino, manovale di 37, originario di Enna ma residente ad Ameglia, e Francesco Scalise, muratore di 52, nato a Crotone e residente ad Arcola. Corallo e Gulino hanno precedenti specifici, mentre Scalise aveva avuto problemi con la Guardia di Finanza, perchè trovato irregolare nei versamenti dell’Iva, e in altre pratiche di natura amministrativa. Secondo quanto ricostruito dai militari i tre avevano preso di mira il professionista sarzanese minacciandolo anche con un coltello, lasciandogli intendere di essere pronti a tutto. La vittima si è però rivolta ai carabinieri, che di concerto col sostituto procuratore della Spezia Claudia Merlino, hanno atteso la consegna della busta con all’interno ottomila euro, procedendo poi agli arresti. Alla vista dei militari uno dei tre ha anche cercato di liberarsi del denaro nascondendolo sotto uno zerbino.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?