Salta al contenuto principale

La giunta calabrese denuncia Di Pietro

Basilicata

La Giunta regionale calabrese si schiera contro le dichiarazioni di Antonio Di Pietro, che ha parlato dei finanziamenti "scomparsi" in Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 22 secondi

La Giunta regionale della Calabria ha deciso di inviare le dichiarazioni dell’on. Antonio Di Pietro, secondo cui «9 miliardi di finanziamenti europei scompaiono nel nulla ogni anno in Calabria», al dirigente dell’Avvocatura regionale con il mandato «di valutare la situazione e denunciare in sede penale il parlamentare di Idv».
Lo rende noto un comunicato: «Secondo il giudizio unanime della Giunta regionale, presieduta da Agazio Loiero, riunita questa mattina per richiedere al governo lo stato di emergenza per i danni del maltempo, quanto dichiarato da Di Pietro – si legge nella nota – non solo è falso, come è facilmente dimostrabile, ma procura un danno incalcolabile, e non solo d’immagine, alla regione. Quel che Di Pietro afferma – secondo la giunta – mette a rischio, con gravi ripercussioni negative sull'intera Calabria, il rapporto di fiducia che questo governo regionale sta recuperando con l’Unione Europea, alla quale sono stati garantiti programmi seri e spesa trasparente così come è avvenuto negli anni della gestione Loiero. La doppia visita in Calabria da parte della commissaria Danuta Hubner, per incontri con il governo regionale a dicembre e quindi a gennaio per l’arrivo del presidente Giorgio Napolitano, è stata la testimonianza di una fiducia ritrovata che le improvvide e assurde parole di Di Pietro possono minare. I nove miliardi che secondo Di Pietro ogni anno finiscono alla criminalità organizzata e ai partiti – sottolinea la nota della giunta regionale – sono soltanto nella fantasia del parlamentare da giorni in stato confusionale. Tutto il Por 2007-2013 vale si e non quella cifra che va spalmata in sette anni per assicurare alla Calabria una serie di infrastrutture di cui è priva e per aiutare la regione a raggiungere standard europei».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?