Salta al contenuto principale

Bertolaso: "chiederò lo stato di emergenza"

Basilicata

Ieri la visita di Guido Bertolaso in Calabria, che ha annunciato la sua richiesta al premier Berlusconi, dello stato di emergenza per la regione

Tempo di lettura: 
1 minuto 48 secondi

Il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, porterà alla riunione del Consiglio dei Ministri in programma domattina, la richiesta di dichiarazione dello stato di emergenza per i danni subiti dalla Calabria per il maltempo.
Lo ha annunciato lo stesso Bertolaso incontrando ieri, gli amministratori pubblici della Calabria con i quali ha fatto il punto sulla situazione.
«A fine anno – ha detto Bertolaso – il Governo ha stanziato cento milioni di euro per i danni provocati dal maltempo nelle varie regioni, compresa la Calabria. Anche domani stanzieremo un’altra somma per la Calabria. Per i lavori di somma urgenza, quindi, i sindaci non hanno alibi.
Le situazioni di massima criticità dovranno essere risolte. Poi i sindaci, tramite la Regione, presenteranno l’elenco degli interventi effettuati e dopo la verifica verranno rimborsati».
Ed il quadro dipinto dal presidente della Regione, Agazio Loiero, dai sindaci e dai presidenti di Provincia, alla presenza dei prefetti, è tutt'altro che incoraggiante, con 220 comuni colpiti.
L'emergenza primaria, allo stato, resta comunque quella dei trasporti, causata in particolare dalla chiusura di circa 60 chilometri dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria tra Cosenza nord e Falerna – per la frana che domenica ha provocato la morte di due persone, e tra Villa San Giovanni e Scilla, per pericolo di frana. Sulla viabilità ordinaria, gravata di tutto il traffico nord-sud, si viaggia a passo d’uomo. Una situazione d’inferno. Il trasporto merci verso la Sicilia è messo a dura prova con deviazioni dalla fascia tirrenica a quella ionica che dilatano a dismisura i tempi di percorrenza.
Lo stesso procuratore di Cosenza, Dario Granieri, che indaga sulla frana di domenica scorsa, si è chiesto perchè sia stato chiuso un tratto così lungo di autostrada. «Il tratto di autostrada – ha detto – che abbiamo sequestrato è lungo non più di 700 metri». La risposta dell’Anas non si è fatta attendere. Il provvedimento, dice l’azienda, «è stato adottato per consentire l’utilizzo delle statali 107 e 18, le uniche capaci di accogliere tutte le categorie di veicoli per gli itinerari di lunga percorrenza».
Bertolaso ha auspicato che l’A3 venga riaperta entro il fine settimana, anche se al momento pare una previsione ottimistica. E mentre si cerca di affrontare l’emergenza, la Calabria continua a franare.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?