Salta al contenuto principale

Estorsione a Lamezia, tre arresti

Basilicata

Si tratta di presunti affiliati alla 'ndrangheta, alle cosche Giampà, Torcasio ed Anello-Fruci. Due erano già detenuti e hanno avuto notificata l’ordinanza di custodia cautelare in carcere

Tempo di lettura: 
0 minuti 40 secondi

Tre presunti affiliati alla 'ndrangheta sono stati arrestati dalla polizia a Lamezia Terme con l’accusa di avere compiuto una serie di estorsioni e tentate estorsioni nella città. Gli arresti sono stati fatti dalla Squadra mobile di Catanzaro, nel corso di un’operazione denominata «No stop»,in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip su richiesta del pm della Dda Gerardo Dominijanni. Le tre persone destinatarie dei provvedimenti restrittivi, di cui al momento non sono state rese note le generalità, sarebbero affiliate, secondo quanto riferito dagli investigatori, alle cosche Giampà, Torcasio ed Anello-Fruci. Due erano già detenuti ed hanno avuto notificata l’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Le estorsioni sarebbero state compiute ai danni di imprenditori del comprensorio di Lamezia Terme, costretti, con minacce e violenze, a versare una percentuale dei loro introiti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?