Salta al contenuto principale

Stupro di gruppo, i romeni: "siamo innocenti"

Basilicata

Davanti al gip si sono dichiarati innocenti i cinque romeni accusati della violenza sessuale di gruppo ai danni di una loro connazionale di 21 anni

Tempo di lettura: 
0 minuti 47 secondi

Si sono detti innocenti i cinque romeni accusati della violenza sessuale di gruppo ai danni di una loro connazionale di 21 anni, avvenuta a Sibari di Cassano allo Jonio.
I cinque stranieri sono stati sentiti stamani dal Giudice per le indagini preliminari del tribunale di Castrovillari, Cataldo Collazzo, il quale, al termine dell’udienza, si è riservato di decidere sulla convalida del fermo. Nel corso dell’interrogatorio, secondo quanto si è appreso, i cinque romeni hanno sostenuto di conoscere la loro connazionale ma di non aver mai abusato sessualmente della ragazza.
Al Gip i cinque hanno fornito anche delle indicazioni circa i loro spostamenti nella sera in cui sarebbe avvenuta la violenza sessuale. Al termine dell’udienza di convalida il pm, Francesco Pellecchia, ha chiesto la convalida del fermo e l’applicazione della custodia cautelare in carcere. I difensori dei cinque stranieri hanno invece sostenuto che non ci sono le esigenze cautelari anche in virtù delle dichiarazioni fornite nel corso dell’udienza.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?