Salta al contenuto principale

Intimidirono il sindaco per fare un favore, arrestati

Basilicata

William Luchetta, di 22 anni, e Giovanni Sassoli, di 21, entrambi di San Fili spararono contro la casa del sindaco, Ottorino Zuccarelli, per favorire un amico in carcere

Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

I carabinieri della Compagnia di Rende hanno arrestato stamani due persone accusate di avere compiuto un’intimidazione ai danni del sindaco di San Fili. Si tratta di William Luchetta, di 22 anni, e Giovanni Sassoli, di 21, entrambi di San Fili e già noti alle forze dell’ordine. Secondo l’accusa, i due, il 13 marzo 2007 spararono due colpi di fucile da caccia contro l’abitazione del sindaco di San Fili, Ottorino Zuccarelli, allo scopo di forzarlo, inutilmente, a rilasciare un’attestazione per una inesistente autorizzazione di allaccio alla rete di illuminazione pubblica a favore di Luciano Oliva, già noto alle forze dell’ordine, che alcune settimane prima i carabinieri avevano arrestato per furto di energia elettrica e detenzione di stupefacenti. Gli arresti sono stati fatti in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Cosenza su richiesta della Procura. Luchetta e Sassoli sono accusati di danneggiamento aggravato e violenza o minaccia per costringere a commettere un reato e detenzione illegale e porto in luogo pubblico arma comune da sparo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?