Salta al contenuto principale

Scomparso un giovane a Crotone

Basilicata

La denuncia dei familiari. Pantaleone Bevilacqua vive nel quartiere rom di via Acquabona. Dalla sera dello scorso lunedì non fa rientro a casa

Tempo di lettura: 
1 minuto 12 secondi

di ANTONIO ANASTASI
Sono ore d’angoscia per i familiari di Pantaleone Bevilacqua, di origine nomade,
30 anni compiuti lo scorso 15 febbraio e il giorno dopo scomparso nel nulla. Dalla sera dello scorso 16 febbraio la convivente Silvana Passalacqua, insieme a due figli in tenera età (di appena cinque anni e un anno), attendono invano il rientro a casa del loro caro, che, allontanatosi a bordo della sua auto Renault “Clio”, non ha fatto più ritorno senza peraltro fornire alcuna spiegazione. La denuncia ai carabinieri è stata presentata dai familiari di Bevilacqua il giorno dopo la scomparsa, la sera del 17. L’ansia comincia a crescere perché mai Bevilacqua si era allontanato senza spiegare i motivi del
mancato rientro a casa, in via Acquabona, nel quartiere dei rom stanziali. Il timore è che possa essergli capitato qualcosa che merita approfondimenti
investigativi. I militari dell’Arma hanno avviato le indagini. In redazione sono giunti un cognato e un nipote del giovane, affranti, che ci hanno fornito una sua foto al fine di agevolare le ricerche. «Chiediamo a chiunque possa aver visto il nostro Pantaleone di farsi vivo, contattando la famiglia oppure le forze dell’ordine», dicono i parenti che confidano sempre in un rientro improvviso. Gli inquirenti, sulla base degli elementi forniti dai familiari dello scomparso, stanno cercando di ricostruire i suoi ultimi movimenti al fine di individuare la possibile meta da lui raggiunta. La speranza che il giovane dia notizie di sé non viene meno.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?