Salta al contenuto principale

Sequestrati sei videopoker, quattro le denunce

Basilicata

Continuano i controlli dei Carabinieri di Vibo Valentia per contrastare il gioco d’azzardo. Denunce per i gestori di esercizi pubblici e gli scommettitori

Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

Gli uomini della Stazione Carabinieri di Vibo Marina hanno fatto irruzione all’interno di un noto bar della zona in cui, da giorni, avevano notato un continuo via vai di persone che si intrattenevano per ore a giocare ai numerosi videopoker presenti.
I militari dell’Arma hanno così deciso di controllare la regolarità delle autorizzazioni e dei videogiochi presenti constatando che 6 macchinette videopoker presenti erano illegali, inquanto non rispettavano i parametri minimi disposti dal ministero per quanto attiene alle vincite massime e, soprattutto, alle scommesse massime in denaro effettuabili.
I videogiochi erano, di fatto, delle vere e proprie macchinette mangia soldi che, sotto la promessa di vincere centinaia di euro, spingevano i giocatori a spendere cifre sempre più alte.
Gli uomini della Stazione di Vibo Marina hanno quindi immediatamente apposto i sigilli a tutti gli strumento elettronici, del valore di circa 12.000 euro, ed hanno denunciato sia il proprietario che il gestore dell’attività con l’accusa di esercizio di giuochi d’azzardo. Due clienti del locale, che sono stati sorpresi nel bel mezzo di una partita ai giochi vietati, sono stati deferiti con l'accusa di partecipazione a giochi d’azzardo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?